VIAGGIANDO IN ITALIA

12 abr

Fotografie di Maria da Penha Freitas – 2000

Siamo arrivati. Questa è una parte dell’entrata di Fiumicino, l’Aeroporto Internazionale di Roma.

Abbiamo già le nostre valigie, il nostro permesso di soggiorno, qualche euro in tasca… La nostra conoscenza dell’italiano ci permette di cominciare delle piccole conversazioni e…

Andiamo via! L’Italia ci aspetta con i suoi colori, i suoi sapori. le sue bellezze e i suoi contrasti. Vediamo queste prime informazioni di Marco di Biasio e Pierre Garofalo, in Mosaico Italia, Edilingua.

“Superficie: 301.401 Km²

Abitanti: quasi 60.000.000

Densità: 192 ab/km²

Forma di governo: Repubblica parlamentare

Sede della Camera dei Deputati – Montecitorio

Fotografie di Maria da Penha Freitas

Palazzo Chigi – Sede del Governo.

Fotografie di Valerio Manassero (Internet)

Capitale: Roma

Altri città importanti: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Genova

Paesi confinanti: Francia a ovest, Svizzera e Austria a nord, Slovenia a est, Vaticano e San Marino interni allo Stato

Monti principali: Monte Bianco, Monte Rosa, Monte Cervino

Monte Bianco – Wikipedia

Monte Cervino – Conoscere l’Italia (internet)

Fiumi principali: Po, Adige, Tevere, Arno

Laghi principali: Lago di Garda, Lago Maggiore, Lago di Como, Lago Trasimeno

Vulcani più importanti: Vulcano e Stromboli (Arcipelago delle Eolie); l’Etna in Sicilia; il Vesuvio, nel golfo di Napoli.

Veduta del Vesuvio – Wikipedia (internet)

Isole principali: Sicilia e Sardegna

Clima: mediterraneo – continentale – alpino

Lingue: italiano (ufficiale), sardo, tedesco, ladino, francese, sloveno (e altri tanti dialetti)

Religione: cattolica 90%

Moneta: euro (€)”

Geografia

L’Italia è una penisola, con una forma allungata simile a uno stivale, che si trova al centro del Mediterraneo. A nord, la lunga e elevata catena delle Alpi separa la penisola italiana dal resto dell’Europa. Un’altra grande catena di montagne, gli Appennini percorre la Penisola da Nord a Sud per oltre 1200 chilometri. La sua posizione rende la temperatura abbastanza mite in gran parte del territorio, inverni temperati, estati calde, piogge in primavera e autunno.

La Pianura Padana è l’unica vasta zona pianeggiante; le altre pianure si estendono tutte lungo il litorale e la loro superficie è molto limitata.

Italia… Chiamata spesso “Penisola” in ragione della sua natura geografica prevalente, “Stivale” per la sua caratteristica forma. “Belpaese” in ragione del suo clima e delle sue bellezze naturali ed artistiche. Per tutto questo i popoli nordici chiamano l’Italia “Paese del Sole”.

Viaggiando in Italia siamo in grado di conoscere un paese di estremi: come dalle nebbie folte della pianura padana (del fiume Po) si passa al sole che brucia di Sicilia, dalla rupestre (rocciosa, pietrosa) Liguria si giunge all’Emilia grassa e feconda, che dà frutti abbondanti.

Immagine sattelare della Pianura Padana

La Pianura Padana

In particolare la pianura padana si presenta come una sconfinata distesa di campi coltivati, separati da strade e interrotti da centri abitati. Si estende dal Piemonte fino al Veneto ed è la più grande: si allunga nell’Italia settentrionale da ovest a est attraverso quattro regioni.
La pianura Padana, anche detta Padano-Veneto-Emiliana, occupa una superficie di 46.000 km ed è la più vasta pianura non solo d’ Italia, ma anche dell’Europa Mediterranea.

 Pianura Padana – internet

Il nostro viaggio in Italia è appena cominciato. Ci sono molte cose da vedere, molte luoghi da visitare; ci sono paesaggi di mare, montagne, pianure, città antiche, fiumi, vulcani, campi di ulive, di vite, di girassoli; ci sone parchi naturali e città industriali; c’è la moda, ci sono macchine da sognare: Ferrari, Lamborghini, Maserati…; ci sono santi: Francesco, Gennaro, Antonio, Chiara…

Ci sono la Cappella Sistina e i Campi Flegrei…

Ci sono ville e palazzi lussuosi e i rifiuti di Napoli,  abbandonati per le strade…

C’è la storia di Falcone e Borsellino,  giudici anti-mafia,  e anche quella di Berlusconi…

L’Italia è così…

Oggi, finiremo la nostra piccola lezione, leggendo la poesia di “Fratelli d’Italia”, l’inno nazionale italiano; testo di Goffredo Mameli, 1847, musica di Michele Novaro.

 Fratelli d’Italia,

l’Italia s’é desta,
dell’elmo di Scipio
s’è cinta la testa.

Dov’è la Vittoria?
Le porga la chioma,
che schiava di Roma
Iddio la creó.

Fratelli d’Italia,
l’Italia s’é desta,
dell’elmo di Scipio
s’è cinta la testa.

Dov’è la Vittoria?
Le porga la chioma,
che schiava di Roma
Iddio la creó.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó. Si!

Noi fummo da secoli
calpesti, derisi,
perché non siam popolo,
perché siam divisi.

Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme.
Di fonderci insieme
già l’ora suonò.

Uniamoci, amiamoci,
l’unione e l’amore
rivelano ai popoli
le vie del Signore.

Giuriamo far libero
Il suolo natio.
Uniti per Dio,
chi vincer ci può?

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó. Si!

Dall’Alpe a Sicilia,
dovunque è Legnano.
Ogn’uom di Ferruccio
ha il core, la mano.

I bimbi d’Italia
si chiamano Balilla.
Il suon d’ogni squilla
i Vespri suonò.

Son giunchi che piegano
le spade vendute.
Già l’Aquila d’Austria
le penne ha perdute.

Il sangue d’Italia,
il sangue Polacco,
bevé col Cosacco,
ma il cor le bruciò.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamó. Si!

Potete ascoltarlo in http://italiasempre.com/verpor/innoita2.htm,  con la traduzione  in portoghese e qualche commentario sul testo.

Una buona settimana a tutti. Arrivederci!

Deixe uma resposta

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s

%d blogueiros gostam disto: